Home / Attualità / L’INDIA GUIDA ALLEANZA SOLARE DI 121 PAESI

L’INDIA GUIDA ALLEANZA SOLARE DI 121 PAESI

Link Sponsorizzati


L’Alleanza Solare è una coalizione di 121 paesi, che è stata battezzata come Alleanza Solare Internazionale. L’obiettivo è quello di connettere tutte le nazioni che presentano un alto potenziale in termini di energia fotovoltaica. A guidare l’iniziativa è stato il primo ministro indiano Narendra Modi, che ha coinvolto quasi tutte le nazioni situate tra i tropici del Cancro e del Capricorno.

Link Sponsorizzati


Link Sponsorizzati



alleanza solareIl presidente francese François Hollande ha affermato: “per riuscire a ridurre effettivamente le emissioni di gas ad effetto serra, occorrerà investire circa mille miliardi di dollari entro il 2030. Una parte di tale denaro dovrà essere utilizzata per lo sviluppo dell’energia solare la quale per molti paesi è la risorsa più disponibile tra le fonti rinnovabili. Nonostante questo, però, le tecnologie e i finanziamenti necessari per estrapolarla non sono ancora sufficienti”.

l’Alleanza dunque mira ad elaborare progetti di cooperazione tra le nazioni più industrializzate e quelle più povere. Si tratta di un’iniziativa che rientra perfettamente in quello che è stato annunciato come uno dei principali obiettivi della Cop 21 www.cop21paris.org e cioè promuovere il trasferimento di tecnologie tra tutti i paesi del mondo per favorire lo sviluppo solidale, omogeneo e diffuso delle fonti rinnovabili.

In un comunicato, i 121 stati hanno affermato: “La ragione per la quale siamo vicino all’India è legata alla consapevolezza che lo sviluppo sostenibile, l’accesso universale all’energia e la sicurezza energetica sono elementi prioritari per garantire un futuro al nostro pianeta”. L’India, che ospiterà la sede dell’Alliance nella città di Guargaon, si impegna a dare il buon esempio e nel 2016 aumenterà la propria capacità energetica solare di 12 GW. L’obiettivo è arrivare a 100 GW nel 2022.

alleanza solarePresentando il piano dell’alleanza, il premier Narendra Modi ha dichiarato: “Questo giorno è l’inizio di una nuova era di speranza, non solo per l’energia pulita, ma per i villaggi e le famiglie che vivono ancora nell’oscurità. Nel mondo, circa 1,2 miliardi di persone non hanno alcuna possibilità di usufruire dell’energia elettrica.”

In India, infatti, il problema coinvolge ad oggi un terzo della popolazione, ed è anche per questo che New Delhi si è dimostrata refrattaria a qualsiasi ipotesi di riduzione delle fonti inquinanti in quanto oltre il 50% dell’energia nel Paese proviene dal carbone ed il Governo non intende rinunciare all’apertura di nuove centrali. Da Parigi il ministro dell’energia Goyal si è ribellato contro i Paesi industrializzati asserendo che l’America ed il mondo occidentale si sono sviluppati negli ultimi 100 anni a spese dell’energia a basso prezzo derivata dal carbone.

In termini operativi, l’India ha annunciato che ospiterà il segretariato generale dell’Alleanza fino al 2021 ed ha promesso di dare il buon esempio fino al raggiungimento dei 100 GW nel 2022, stabiliti come obiettivo finale.

Credits: www.lifegate.it ; www.slowfood.it

Di Manuela Camporaso

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Manuela Camporaso