Home / Arte / Architettura e Design / AI PIOPPI – A TREVISO IL PRIMO LUNA PARK A ZERO ELETTRICITA’

AI PIOPPI – A TREVISO IL PRIMO LUNA PARK A ZERO ELETTRICITA’



Nelle vicinanze di Treviso, un primato sta attirando l’interesse della stampa internazionale. Nella cittadina di Nervesa di Battaglia è nato un Luna Park molto speciale: si chiama Ai Pioppi e la caratteristica che lo rende famoso è il suo completo funzionamento a zero elettricità.

Link Sponsorizzati


AI PIOPPI – A TREVISO IL PRIMO LUNA PARK A ZERO ELETTRICITA’

Il Luna Park Ai Pioppi, completamente immerso nei boschi, non ha bisogno di alcuna elettricità per funzionare: tutte e 50 le giostre sono infatti azionabili grazie alla forza motrice dei passeggeri. Tra le tante attrazioni si ritrovano classiche giostre, il pendolo, le catenelle, scivoli, altalene, giri della morte in bicicletta, una ruota ispirata all’uomo vitruviano e molto altro! Tutto è stato strutturato per permettere di divertirsi in modo totalmente eco- sostenibile. Ad oggi l’attrazione gode del passaggio di ben 50 mila visitatori all’anno.



AI PIOPPI – A TREVISO IL PRIMO LUNA PARK A ZERO ELETTRICITA’

Lo speciale Luna Park non stupisce soltanto per via di questa alternativa eco-friendly ma anche per la sua storia, molto originale. Il Luna Park nacque di seguito alla creazione una vecchia osteria di famiglia, localizzata sul territorio dal 1969. All’inizio la struttura del Luna Park era stata stabilita dalla parte opposta al ristorante e si sviluppò un po’ per caso e un po’ per gioco, e come afferma il proprietario: “Il parco è nato perché mi ero messo in testa di costruire un’altalena con quattro pali per i bambini”.

AI PIOPPI – A TREVISO IL PRIMO LUNA PARK A ZERO ELETTRICITA’

Ben presto il parco giochi ha iniziato ad attirare l’attenzione crescente di più e più persone fin quando il gestore, sig. Bruno Ferrin, decise di aprirlo al pubblico ufficialmente. Da allora il parco giochi è aperto a tutti e ai visitatori viene chiesto di consumare un pasto all’osteria così per l’ingresso non si deve pagare nulla!

La maggior parte dei visitatori sono locali e conoscono i proprietari Bruno e Marisa come se fossero vecchi amici. “I nostri clienti ci danno davvero tanta soddisfazione” – dice Marisa – “ci ricordano anche i primi clienti che venivano qui quarant’anni fa, che adesso però tornano con i nipoti piccoli”.

Il parco giochi è in continua evoluzione, proposte e idee sono sempre le benvenute.

Guarda il video:

di Manuela Camporaso

__________________________________________________________________________

Presentazione

__________________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto vieni a trovarci sulla nostra

Pagina Facebook: www.facebook.com/DVclub

dvclub-2001

Comments

comments

Link Sponsorizzati


Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Manuela Camporaso