Home / Attualità / La tradizione del Carnevale ad Aruba

La tradizione del Carnevale ad Aruba

Link Sponsorizzati


ARUBA CarnevaleLa tradizione del Carnevale ad Aruba è uno spettacolo affascinante e coinvolgente: durante i tre mesi di parate, esibizioni, feste e musica l’isola diventa ancora più bella.
Ormai 60 anni fa, quando la tradizione del carnevale ad Aruba non era che agli albori, i festeggiamenti erano parecchio ridimensionati rispetto a quelli che si possono ammirare oggi.

Link Sponsorizzati


Piccoli gruppi si spostavano per l’isola per fare baldoria indossando costumi modesti, solitamente cuciti a mano dagli amici o dalla famiglia, spesso ricavati da scarti di materiali e decorati alla spicciola.
ARUBA Renaissance IslandOggi le cose sono molto diverse. I costumi dei figuranti sono ricchi e variegati, vere e proprie opere d’arte grazie soprattutto all’abilità degli Island’s Carnaval designers che dedicano mesi e mesi di lavorazione alla creazione dell’abito. La tradizione prevede che ogni gruppo scelga un tema generale, che può essere un particolare materiale, un disegno o un colore, per poi lasciare che il designer metta liberamente in pratica la sua creatività realizzando abiti e maschere ad effetto. La difficoltà del lavoro consiste proprio nel temperare la propria creatività ed immaginazione con la conoscenza dei materiali, di modo che la maschera, per quanto vistosa e costruita, possa essere indossata senza troppi sacrifici e permetta al ballerino di muoversi liberamente. Ogni gruppo ha più di un designer, di modo che ogni componente abbia la possibilità di scegliere tra diverse opzioni e che il gruppo appaia un insieme variegato e dinamico al momento della parata.

Link Sponsorizzati



ARUBA-CarnevaleTra i gruppi ricordiamo il Los Laga Bai, il più vecchio tra quelli ancora oggi in attività, conosciuto per aver ricevuto più volte di tutti i premi “gruppo più creativo” e “gruppo più vivace” e il Majestic, nato solo da 7 anni eppure già vincitore del titolo “Carnival Group of the Year” per ben 3 volte.
ARUBA Divi DiviOgni gruppo ha, ovviamente, la sua regina. Dal 1955 ad oggi infatti le giovani ragazze dell’isola si sono messe in gara per il titolo più prestigioso della stagione del carnevale, il Carnival Queen. Ogni club, organizzazione o distretto dell’isola elegge la sua regina, che andrà poi a competere alla Carnival Queen Election per il titolo definitivo. Nel corso degli anni sono state aggiunte alla competizione due categorie: quella dei giovani nel 1964, e quella delle bambine nel 1976.

Ogni anno, durante lo show finale, colpi di scena e sorprese si susseguono: memorabili furono quello di Natasha Felix con il suo rivoluzionario costume da gallo, o quello di Shannon Lopez Penha con la sua performance che includeva oltre 100 comparse sul palco.
Quest’anno i festeggiamenti del Carnevale 2014 andranno avanti fino a marzo, e saranno ancora più ricchi del solito in occasione del sessantesimo anniversario del carnevale.

ARUBA Architettura 3Ma se per caso non riusciste ad essere sull’isola in questo periodo non disperate: gli arubani permettono di assaporare e scoprire un po’ di cultura locale ogni giovedì del mese dalle 18:00 alle 22:00, nella piccola cittadina di San Nicolas, a Sud dell’isola. Il Carrubian Festival, la sua musica, i ballerini, gli spettacoli dal vivo e le bancarelle di cibo locale vi faranno vivere per una sera l’esperienza del divertente e caratteristico Carnevale caraibico.

Di Massimo Dallaglio

Per maggiori informazioni:
Global Tourist – Ufficio del Turismo di ARUBA in Italia
Tel. 011 – 4546557
Email aruba@globaltourist.it
Website: www.aruba.com

Share the joy
  • 170
  •  
  •  
  •  
  •  
    170
    Shares

Massimo Dallaglio

- Giornalista Ordine Nazionale Giornalisti Roma N° 111329 - Laurea in Sociologia Università di Bologna