Home / Scienza e tecnologia / Aeronautica / La nave spaziale nucleare russa per voli interplanetari

La nave spaziale nucleare russa per voli interplanetari

Link Sponsorizzati


Nave spaziale nucleare inteplanetaria russa 2La Russia sta progettando una nuova nave spaziale nucleare per affrontare nuovi voli interplanetari.
Vladimir Popovkin – responsabile  dell’Agenzia spaziale federale russa (Roskosmos) –  ha affermato che “il progetto della nave spaziale e del relativo sistema energetico è già stato completato,

Link Sponsorizzati


e la creazione della prima unità sperimentale sarà avviata presto”.

Link Sponsorizzati



Nave spaziale nucleare inteplanetaria russaIl lasso di tempo previsto per il completamento del progetto sta rispettando i tempi: nel 2018 è previsto il primo volo del nuovo veicolo spaziale senza equipaggio. Si tratterà di una nuova nave spaziale progettata appositamente per affrontare i voli interplanetari.

Nave spaziale nucleare inteplanetaria russa 3Per completare il progetto sarà necessario sviluppare un nuovo un razzo vettore pesante e vari sistemi di equipaggio.
A questo scopo, Vladimir Popovkin,  ha detto che “la modifica graduale della navicella Soyuz con equipaggio è attualmente in corso. Abbiamo realizzato il sistema di controllo digitale, modernizzato il sistema Rendez-vous.
Il sistema di supporto vitale e il sistema di propulsione saranno i prossimi ad avere modifiche”.

Per la prima volta si sta creando un impianto di alimentazione nucleare compatto capate di fornire una potenza di 1000 kW con motori a propulsione elettrica a getto. Il suo sviluppo aprirà nuove frontiere e nuove opportunità nello spazio.

Nave spaziale nucleare inteplanetaria russa 6Popovkin promette: “Abbiamo in programma di realizzare un prototipo del sistema di propulsione nucleare con una capacità di circa 250 kW entro il 2018, questa è una promessa!”
Il capo dell’Agenzia spaziale federale russa, ha anche spiegato che “In confronto, i pannelli solari della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) generano circa 100 kW. Ma la stazione è su un orbita vicino alla Terra. E un volo su Marte, per esempio, richiederebbe una superficie di pannelli solari paragonabile a una dozzina di campi da calcio! “

Nave spaziale nucleare inteplanetaria russa 4E’ possibile che i motori verranno alimentati con xeno puro riscaldato a temperature molto alte, tramite i quali sarà possibile ottenere l’impulso di propellente 20 volte superiori a quelli dei motori chimici.
Questa tecnologia di propulsione potrà anche essere utilizzata per rimorchiatori inter-orbitali, piattaforme multifunzionali e veicoli spaziali per missioni interplanetarie.

Nave spaziale nucleare inteplanetaria russa 5E’ ancora da terminare la sperimentazione del reattore e del suo sistema di raffreddamento che dovrebbe essere un sistema unico basato sul “metodo della goccia” che la Roskosmos ha per ora sperimentato e verificato con successo solo sulla Terra;  Entro il prossimo anno ci terrà questo esperimento anche nello spazio, a bordo della ISS (Stazione Spaziale Internazionale) per dimostrare che funzioni, appunto, anche nello spazio esterno.

Di Maria Valentina Patanè

Share the joy
  • 72
  •  
  •  
  •  
  •  
    72
    Shares

Massimo Dallaglio

- Giornalista Ordine Nazionale Giornalisti Roma N° 111329 - Laurea in Sociologia Università di Bologna