Home / Attualità / LA BOTTEGA DEI PICCOLI DI ROMA OFFRE SCAMBIO DI GIOCATTOLI E VESTITI

LA BOTTEGA DEI PICCOLI DI ROMA OFFRE SCAMBIO DI GIOCATTOLI E VESTITI

Link Sponsorizzati


Ha aperto a Roma un luogo in cui è possibile regalare e scambiare giocattoli, vestitini e molto altro senza uso del denaro: la Bottega dei Piccoli. L’iniziativa, ispirata alla sharing economy (l’economia della condivisione), è un nuovo modo di far girare l’economia senza l’uso del denaro ed è un settore che si sta diffondendo rapidamente in tutto il mondo.

Link Sponsorizzati


Link Sponsorizzati



Tra le iniziative più creative e riuscite vi è la Bottega dei Piccoli, un negozio di scambio giocattori, vestiti e prodotti per l’infanzia, che ha aperto a Roma nelle scorse settimane. L’uso del denaro è bandito e le donazioni sono sempre benvenute.

LA BOTTEGA DEI PICCOLI DI ROMA OFFRE SCAMBIO DI GIOCATTOLI E VESTITI

La Bottega dei Piccoli è gestita dalla Onlus Terra dei Piccoli ed è localizzata a Roma, in via Montaione n.44. Gli orari di apertura sono martedì e giovedì dalle 15-19 e il mercoledì e sabato dalle 10-13.

Ribadiamo che non si tratta di un negozio ma di uno spazio dove si scambia e si baratta tutto. Questo nuovo concetto di sharing economy ha alimentato un circolo di generosità che vede lo scambio di merce per bambini da zero a tredici anni, basato su un metodo semplice e intelligente.

LA BOTTEGA DEI PICCOLI DI ROMA OFFRE SCAMBIO DI GIOCATTOLI E VESTITI

Una parte di tutti questi prodotti viene direttamente destinata a case famiglia o a famiglie molto povere e realmente bisognose. Si tratta di un’iniziativa concreta verso la ricerca di una soluzione alle nuove povertà nascente e per sensibilizzare anche i giovanissimi sul tema dello spreco.

Il socio fondatore della Onlus, Andrea Cippone, racconta: Terra dei Piccoli Onlus è una realtà, nata otto anni fa e creata da un gruppo di persone che vogliono intervenire direttamente, senza passare per intermediari, in favore di minori meno fortunati. Non avendo né una sede fissa né dipendenti abbiamo sempre potuto destinare il 100 per 100 delle nostre risorse allo scopo sociale. Ci ispiriamo alla sharing economy e alla cura dell’ambiente, ma tutto è nato da una semplice riflessione di carattere sociale, legata allo stato di bisogno in cui versano tantissime famiglie. Questa purtroppo è una realtà sotto gli occhi di tutti: basta andare in una scuola per accorgersi che sono in tanti i bimbi a non avere le scarpe del numero giusto o ad indossare una maglietta con i buchi o di pessima qualità. Di contro in tantissime case ci sono “riserve di beni” pronte per un nuovo utilizzo. Mettendo insieme le due cose abbiamo pensato a un luogo dove permettere, in modo gradevole, il riciclo e lo scambio di oggetti ancora utili e in buono stato. In un prossimo futuro, ci piacerebbe creare una rete di strutture interconnesse capaci di muovere anche oggetti di grande dimensione, magari via web.”

Guarda il video sulla sharing economy:

Articolo di Manuela Camporaso

__________________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto vieni a trovarci sulla nostra

Pagina Facebook: www.facebook.com/DVclub

dvclub-2001

Share the joy
  • 34
  •  
  •  
  •  
  •  
    34
    Shares

Manuela Camporaso