Home / Attualità / KEEP CALM È SOLO #VITILIGINE libro di E. Chemolli e A. Graceffo

KEEP CALM È SOLO #VITILIGINE libro di E. Chemolli e A. Graceffo

KEEP CALM È' SOLO #VITILIGINE il libro di E. Chemolli e A. Graceffo

Link Sponsorizzati


KEEP CALM È SOLO #VITILIGINE – Il libro di E. Chemolli e A. Graceffo

Link Sponsorizzati



Il 25 Giugno e’ la giornata mondiale della Vitiligine. L’1% della popolazione mondiale soffre di vitiligine. Michael Jackson, Francesco Cossiga ne erano affetti. Winnie Harlow, la modella nera dalle macchie bianche, testimonial di Diesel & Disegual, Luca Marin, Mara Maionchi tutt’ora ci convivono.

Anch’io faccio parte di questo 1%. La mia prima macchia è’ comparsa dopo la perdita improvvisa di mia madre in un incidente stradale. Per lavoro viaggio moltissimo tra Italia, Germania e Stati Uniti dove attualmente vivo. La vitiligine è’ diventata la mia passione e uno stile di vita. Ho letto moltissimo su questo argomento e con l’aiuto di Alessandro Graceffo, uno scrittore-musicista ho deciso di raggruppare tutte le mie letture in unico libro. KEEP CALM È SOLO #VITILIGINE ha l’obiettivo non solo di informare il lettore facendolo diventare più competente in materia ma ha l’obiettivo di incentivarlo a darsi un valore che vada oltre l’estetica.

Le nostre mani anche se ” maculate”  possono fare, possono toccare. Pensiamo a chi le mani non le ha. Dobbiamo sempre pensare che spesso siamo più’ fortunati rispetto a qualcun’altro. Ho deciso di raccontare anche parte della mia storia personale e dei mie progetti/successi lavorativi. Possiamo sognare e ci possiamo realizzare anche se abbiamo le macchie. Tutto dipende da quale prospettiva prendiamo la vita e la nostra vitiligine.

Link Sponsorizzati


KEEP CALM È' SOLO #VITILIGINE 2Che cos’è la Vitiligine?
La vitiligine, in dermatologia nota anche col termine scientifico Chloasma album, è un’alterazione cutanea caratterizzata da chiazze non pigmentate, ovvero macchie bianche che tendono, in maniera irregolare ma spesso simmetrica, ad aumentare in dimensioni ed in numero con la possibilità di confluire le une con le altre, talvolta in forme bizzarre. Si calcola che lo 0.5-2% della popolazione mondiale ne sia affetto, senza significative differenze di sesso o etnia. Il colore della nostra pelle è notoriamente legato in gran parte alla melanina, tramite un rapporto di proporzionalità diretta: maggiore è la concentrazione di tale pigmento, più scura appare la pelle.

Quali sono le cause?
Nel 1879 Moritz Kaposi osservò e descrisse per la prima volta il nesso tra la vitiligine e la mancanza di granuli di pigmento nella rete cellulare profonda, nonché l’iperpigmentazione ai bordi delle macchie bianche.Tra le svariate cause ipotizzate circa la scomparsa dei melanociti in presenza della vitiligine, quella che da molto tempo a questa parte gode di maggior credito nella comunità medico-scientifica è senz’altro la teoria autoimmune.

Vitiligine e Tiroide
Nonostante il meccanismo dell’attività degli ormoni tiroidei sulla cute risulti ancora non del tutto spiegato, è comunque noto l’insieme degli effetti fondamentali dei primi circa lo sviluppo ed il corretto mantenimento fisiologico della seconda. Nello specifico, gli ormoni tiroidei siglati T3 e T4, in sinergia con la calcitonina, giocano un ruolo primario nella regolazione delle normali funzioni cutanee quali il consumo di ossigeno, la sintesi proteica a livello epidermico, lo spessore cutaneo, la crescita dei capelli, la secrezione sebacea, la regolazione della divisione, della differenziazione e del ricambio cellulare.

Vitiligine e gruppo sanguigno 
Partendo dal presupposto secondo il quale l’eziologia della vitiligine è da ascrivere nell’ambito autoimmunitario, non si può non tener conto di quanto ciascuno dei quattro gruppi sanguigni sia strettamente legato ai meccanismi di difesa dell’organismo. Le nostre difese immunitarie si attivano in presenza di sostanze chimiche chiamate “antigeni”, i quali possono essere accettati o, se riconosciuti come estranei e quindi potenzialmente nocivi, eliminati o neutralizzati tramite gli anticorpi

Vitiligine e psiche: pelle riflesso dell’anima
«In tutti gli uomini è la mente che dirige il corpo verso la salute o verso la malattia, come verso tutti gli altri aspetti della vita».    – Antifonte, V secolo a.C.

Vitiligine, sesso e amore
Così come è vero che l’unione sentimentale fra due anime gemelle sulla Terra trova l’apice della sua espressione nella fisicità del rapporto sessuale, è parimenti evidente che l’eros a sua volta si sviluppa nello sterminato e rigoglioso campo del contatto cutaneo, restituendo infine alla profondità degli spiriti coinvolti, quell’impareggiabile senso di unione che sembra trascendere miracolosamente i limiti della nostra dimensione materiale: l’amore. Per questa ragione la pelle, incredibilmente ricettiva nella sua infinita gamma di sfaccettature sensoriali, rappresenta forse meglio di qualsiasi altro mezzo lo scambio comunicativo fra gli esseri umani: sicuramente adempie a questa primaria funzione nella maniera più imperscrutabilmente alta, romantica ed autentica, dal momento che anche la più ispirata poesia o la più struggente musica difficilmente potrà eguagliare la magia di una carezza o l’immensità racchiusa in un abbraccio

Vitiligine e pH acido
«Esiste soltanto una malattia, e quella malattia è l’acidosi del corpo causata principalmente da un modo sbagliato di vivere, di pensare e di mangiare…quindi può esserci soltanto un rimedio ed un trattamento: alcalinizzare il corpo e ripristinare l’equilibrio, ritornando in questo modo ad avere l’energia, la vitalità e quella vera salute che noi tutti abbiamo il diritto di avere». – Dr. Robert O. Young

KEEP CALM È' SOLO #VITILIGINE 2

Vitiligine e ghiandola pineale
La ghiandola pineale ha sin dall’antichità esercitato un’attrazione magnetica sull’interesse dell’Uomo, sprigionando ai suoi occhi un’aura affascinante ed un alone di mistero in grado di conferirle persino i tratti metafisici di un retaggio ancestrale a tutt’oggi mai sbiadito. Dalla forma di una minuscola pigna situata proprio al centro del cervello, la ghiandola pineale o epifisi, ha riunito in sé nel corso della storia con la complicità di un’attenzione quasi mistica, alcune definizioni tra le più suggestive in campo medico: da “valvola della memoria” dell’anatomista alessandrino Erofilo, passando per l’ascetica espressione “terzo occhio” coniata dai guru induisti, fino alla cartesiana “sede dell’Anima”, questa piccola formazione nervosa ha davvero colpito ed ispirato l’immaginazione dei suoi ammaliati studiosi.

KEEP CALM È' SOLO #VITILIGINE 2Vitiligine e Chakra
C’è un ambito arcano in cui il raro effetto maculato tipico della pelle umana, quasi sempre fonte di tormento per chi ne è segnato e malvisto da una buona parte (in senso numerico) degli altri, può addirittura fregiarsi di un riconoscimento davvero “supremo”; la ghiandola pineale descritta nel precedente paragrafo, vi ricopre un ruolo di prim’ordine collocandosi come il tassello fisico più elevato, e ci introduce ad esso proprio “dall’alto”: stiamo varcando la soglia di un universo che affonda le sue radici nella remota cultura indiana, crogiolo di tradizioni tanto mediche quanto religiose, per addentrarci nel vorticoso mondo dei chakra e raggiungerne la cima.

Vitiligine e intestino
I netti segni impressi dalla vitiligine potrebbero coincidere con le candide orme spirituali di un sofferto cammino catartico, ma anche essere interpretati come chiari SOS inviati in superficie da un organismo inquinato e destabilizzato nella profondità delle sue viscere. Un cospicuo numero di ricerche pare attestare che nella tortuosità del canale gastrico sia occultata l’enigmatica cagione di numerose patologie. In determinate situazioni infatti, riconducibili ad una fetta della popolazione mondiale nemmeno tanto esigua, l’intestino si tramuterebbe da salutare epicentro che propaga l’energia fisica, a radice universale da cui le disparate ramificazioni del malessere assimilano il loro sostentamento.

Vitiligine e costipazione
Di norma l’homo sapiens sapiens sgombra il suo alacre, risoluto ed esigente cervello enterico una-due volte al giorno, o almeno tre volte in una settimana. Al di sotto di questa soglia minima, esso tende ad intorbidirsi e a farsi foriero di situazioni spiacevoli, un po’ come avviene con la mente quando è satura di pensieri molesti che potrebbero materializzare patologie psicosomatiche

Vitiligine e fegato
Il cuneo anatomico rosso-brunastro disegnato dalla ghiandola più grande del corpo, fulcro della purificazione ematica e tra gli organi, unico detentore ex aequo con la pelle della miracolosa capacità autoriparatrice, ben si presta a simboleggiare un ideale smacchiatore cutaneo, uno scalpello carnale in grado di rimuovere persino le pertinaci chiazze di vitiligine.

Vitiligine e proteina MIA
L’elemento tematico su cui verte questo paragrafo, un’insolita proteina dagli effetti più disfattisti che plastici, costituisce di per sé una quinta teoria eziopatogenetica la quale, sebbene sia l’ultima arrivata, grazie alla sua immediata ed apodittica intellegibilità priva di fronzoli, “se” e “ma”, sembra conquistare prepotentemente il primato di validità.

KEEP CALM È' SOLO #VITILIGINE 2

Chi viene affetto da vitiligine? Quali sono i sintomi?Quali sono i vari tipi di vitiligine?

In KEEP CALM E’ SOLO #VITILIGINE viene dato spazio alle terapie mediche attualmente disponibili come la terapia topica corticosteroidea, la fototerapia UVA con psoraleni per uso topico (PUVA), la terapia chirurgica, il trattamento di depigmentazione, il trattamento a base di kellina, la fototerapia UVB a banda stretta, il laser ad eccimeri indicandone tutti gli effetti negativi possibili e ai rimedi naturali e alimentari suggerendo per esempio una dieta senza glutine e senza latticini e ad un assunzione  di rame, lenticchia d’acqua, psoralea, khella, uva spina indiana, zenzero, betel, ginko biloa, “mama cadela”, neem e molto altro. Inoltre vengono dati dei consigli topici naturali come per esempio un impasto a base di argilla rossa, a base di curcuma e semi di senape, a base di semi di ravanello e aceto di mele, olio di cocco, olio di neem, miscele a base di radice di crespino e  di plumbago etc.

Come possiamo coprire la vitiligine ?

Esistono su mercato dei make up coprenti che funzionano molto bene, degli autobrozzanti o dei tatuaggi permanenti definti “paramedical tattoo” …

KEEP CALM è SOLO VITILIGINE
“Il bianco, come forse gia’ sapete, e’ dato dall’unione di tutti i colori dello spettro elettromagnetico. Nessuno sa pero’ che, in maniera analoga, il candore vitiligoideo risulta dipendente dalle varie componenti – biologiche e psicologiche – dell’essere umano. Attraverso un inaspettato viaggio alla riscoperta di se’ stessi, questo libro vi svelera’ come far svanire la vitiligine proprio a partire dalla conoscenza di ogni sua sfumatura nascosta.”

Acquista il LIBRO su AMAZON: QUI

Di Erica Chemolli & Alessandro Graceffo

KEEP CALM È' SOLO #VITILIGINE 2

Share the joy
  • 37
  •  
  •  
  •  
  •  
    37
    Shares

Massimo Dallaglio

- Giornalista Ordine Nazionale Giornalisti Roma N° 111329 - Laurea in Sociologia Università di Bologna