Home / Arte / Artisti / IRVING PENN A VENEZIA: L’illusione della luce

IRVING PENN A VENEZIA: L’illusione della luce

Link Sponsorizzati


Irving Penn a Venezia“L’illusione della luce”, una mostra sull’importanza della luce arriva a palazzo Grassi per il prossimo weekend. Irving Penn il nucleo trainante.
Irving Penn sbarca a Venezia. Il prossimo weekend sarà inaugurata la mostra “L’illusione della luce” a Palazzo Grassi. L’esposizione sarà articolata su 2 piani, uno dedicato al tema della luce con il contributo di artisti internazionali, il tutto curato da Caroline Burgeois, mentre il secondo in onore di Irving Penn.

Link Sponsorizzati


Link Sponsorizzati



Irving Penn a VeneziaLe mostre in realtà sono due. La prima,” L’illusione della luce”, è una collettiva che esplora i valori di un fenomeno impalpabile quanto materico. A partire dalla capacità di trasformare l’invisibile in visibile fino ai molteplici significati del verbo illuminare, le opere di una ventina di artisti dagli anni ’60 a oggi accompagnano il visitatore lungo un percorso fra le opposte polarità di luce e buio, realtà e illusione. L’atrio del palazzo sarà occupato per intero dall’artista  Douglas Wheeler, mentre di sopra troviamo Danh Vo, Claire Tabouret, Dan Flavin, Latifa Echakhch, Gilbert & George.

Irving Penn a VeneziaLa seconda mostra è “Resonance”, curata da Pierre Apraxine e Matthieu Humery,  ovvero una selezione di opere fotografiche di Irving Penn. Irving Penn, deceduto nel 2009,  si distinse per il suo stile classico che rompeva con l’impostazione sperimentale delle avanguardie e presentava la figura da ritrarre in forte contrasto con lo sfondo. Alcune sue immagini sono riconoscibili: spesso si trattava di ritratti eseguiti disponendo il soggetto da riprendere davanti a due fondali disposti ad angolo. Nel 1967 creò un piccolo studio fotografico da viaggio: fu così in grado di fotografare sullo stesso scenario in ogni parte del mondo e in ogni condizione: nacque così la famosa serie dei “Worlds in a small room” – mondi in una piccola stanza-,  ritratti di personaggi celebri e fotografie di gruppo dove l’etnografia si mescolava alla moda. Il grande fotografo affermava : “A good photograph is one that communicates a fact, touches the heart and leaves the viewer a changed person for having seen it. It is, in a word, effective”.

Irving Penn a VeneziaRicordato in tutto il mondo per i fantastici bianchi e neri, lo ritroviamo finalmente celebrato come si deve a Venezia. Il bianco e nero  attirerà numerosi visitatori come fu per il trionfo di mostre come quelle di Berengo Gardin o l’attuale di Salgado ai 3 Oci alla Giudecca? Lo vedremo, per ora non si può che scommettere per il sì. Irving Penn a Venezia: l’amore per la fotografia e’ una recente riscoperta per Venezia, ora soggetto di una scelta di grandi nomi e autori. In una città sempre più turistica, ma ricca di arte in tutte le sue forme, ora si distingue una nuova forma di culto, declinato nei toni della luce … O meglio, l’illusione della luce.

“L’illusione della luce” e “Resonance”, Palazzo Grassi, S. Samuele 3231, Venezia
Apertura al pubblico: 13/04/2014 – 31/12/2014
Per ulteriori informazioni: www.palazzograssi.it

Di Luisa Galati

Share the joy
  • 74
  •  
  •  
  •  
  •  
    74
    Shares

Massimo Dallaglio

- Giornalista Ordine Nazionale Giornalisti Roma N° 111329 - Laurea in Sociologia Università di Bologna