Home / Arte / Architettura e Design / Architettura / FIRENZE E LE SUE BELLEZZE SGRETE: ALLA SCOPERTA DELLA TORRE DELLA PAGLIAZZA

FIRENZE E LE SUE BELLEZZE SGRETE: ALLA SCOPERTA DELLA TORRE DELLA PAGLIAZZA

Link Sponsorizzati


FIRENZE E LE SUE BELLEZZE SGRETE: ALLA SCOPERTA DELLA TORRE DELLA PAGLIAZZA

Link Sponsorizzati



Hotel Brunelleschi svela tutti i segreti della sua originale facciata, una torre dalla storia ricca di misteri e suggestioni. Hotel Brunelleschi, realtà che si erge nel centro storico di Firenze, porta gli appassionati di arte e storia alla scoperta della sua originale facciata, l’antica Torre della Pagliazza. Sono in pochi a conoscerne i segreti e, pur trovandosi in una delle piazze del centro storico della città, Piazza Santa Elisabetta, passa spesso inosservata dai turisti alla ricerca delle grandi bellezze del Rinascimento.

Link Sponsorizzati


Ma qual’è la storia della Torre della Pagliazza? Da dove nasce il suo fascino?

Le origini della Pagliazza, datate tra il VI e il VII secolo, sono incerte e dibattute, c’è chi ne attribuisce la costruzione ai bizantini e chi ai longobardi, ciò che è certo è che si tratta della più antica costruzione ancora in piedi nel cuore del capoluogo toscano.

Torre della Pagliazza Hotel Brunelleschi Firenze

L’edificio, nato su di un muro romano (che custodiva, forse, una grande vasca termale), si trasforma nel XII secolo nella sede di una prigione femminile: è in questi anni che gli viene attribuito il nome “Pagliazza”, facendo riferimento agli scomodi e malagevoli giacigli destinati alle carcerate, materassi di paglia dura e urticante.

La destinazione a luogo di detenzione viene presto sostituita da finalità religiose: la torre ospita prima la chiesa di San Michele e poi la chiesa della Visitazione.

Torre della Pagliazza Hotel Brunelleschi Firenze

E’ solo nell’Ottocento che le mura della torre ospitano per la prima volta una struttura alberghiera, l’albergo del Giglio, ma dopo la sua chiusura l’edificio resta chiuso e ignorato per lungo tempo. I tesori nascosti all’interno della Pagliazza sono stati dimenticati per anni, fino a quando nel 1980 l’Istituto Nazionale delle Assicurazioni decide di restaurare la struttura e riportare alla luce lo splendore dell’antica struttura.

Oggi la Torre della Pagliazza fa parte della struttura alberghiera di Hotel Brunelleschi, le ricerche della Sovraintendenza hanno consentito il recupero del calidarium delle terme romane e le mura ospitano un Museo di reperti che raccontano la sua storia, ricca di magia e suggestioni. Documentazione fotografica, frammenti romani, reperti di epoca medievale, pezzi rinascimentali, tutto questo fa di Hotel Brunelleschi non solo una prestigiosa struttura ricettiva, ma anche un punto di riferimento culturale.

Qui la storia e l’arte si mischiano e si confondono con il divertimento e la convivialità: la Torre ospita un Tower Bar, dall’ambiente raffinato ed elegante, dove sorseggiare cocktail che uniscono tradizione e contemporaneità.

Hotel Brunelleschi offre ai suoi ospiti anche l’opportunità di soggiornare all’interno delle mura dell’antica Torre, la struttura medievale ospita infatti una meravigliosa ed elegante suite su due livelli, con vista sui quartieri rinascimentali della città e sulla Cupola del Brunelleschi.

Torre della Pagliazza Hotel Brunelleschi Firenze

Per un soggiorno diverso dal solito a Firenze e per trascorrere momenti indimenticabili all’ombra delle meraviglie del Brunelleschi, l’Hotel offre un’esperienza a tutto tondo, tra arte, divertimento e comfort.

www.hotelbrunelleschi.it

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Massimo Dallaglio

- Giornalista Ordine Nazionale Giornalisti Roma N° 111329 - Laurea in Sociologia Università di Bologna