Home / Attualità / Daniele Pescara dalle Dubai free zone alla gestione di investitori arabi in Italia

Daniele Pescara dalle Dubai free zone alla gestione di investitori arabi in Italia

Link Sponsorizzati


Daniele Pescara dalle Dubai free zone alla gestione di investitori arabi in Italia

Link Sponsorizzati



Intervistiamo Daniele Pescara il CEO di FALCON ADVICE, specializzato nell’apertura di società a Dubai per i clienti italiani. Daniele Pescara, visti gli importanti risultati ottenuti nel campo dei company set-up, ha ricevuto l’incarico da parte di investitori arabi di selezionare marchi e brand italiani su cui il mercato del medio oriente è interessato ad investire.

Link Sponsorizzati


Daniele di cosa ti occupi a Dubai?

La mia società Falcon Andvice è il punto di riferimento sia per le imprese, sia per i privati italiani che vogliono avere degli interessi a Dubai, attraverso le Dubai Free Zone (Aree fiscali speciali).

Dispongo di due uffici uno in Italia a Padova e uno a Dubai, in Italia accolgo la clientela fornendo consulenze e studi di fattibilità prima di iniziare il percorso a Dubai.

Il valore aggiunto è che creo insieme al mio staff dei pacchetti chiavi in mano, dei veri e propri vestiti su misura cuciti in base alle esigenze del cliente, offrendo:

  • Costituzione societaria (Free zone company set-up)
  • Sede legale
  • Domiciliazione postale
  • Diverse tipologie di licenze in base alle necessità del richiedente
  • No tasse
  • No libri contabili
  • No sindacati
  • No commercialista
  • No deposito dei bilanci

Il tutto anche dall’Italia non facendo obbligatoriamente spostare l’investitore a Dubai (per la parte iniziale), con notevoli risparmi sia di tempo ma soprattutto di denaro.

Chi sono i clienti che contattano Falcon Advice?

I miei clienti sono molto variegati e si differenziano in queste tre categorie:

1) Imprese ed imprenditori

Spesso mi contatta la società che desidera aprire una free zone company per esportare i propri prodotti, vendere i suoi servizi o beneficiare delle agevolazioni fiscali delle Dubai free zone, puntando a nuovi mercati, di fatto aumentando i fatturati aziendali visto che l’economia europea sta andando sempre peggio.

2) Privati o famiglie

Sempre più privati e famiglie vogliono SALVAGUARDARE i propri risparmi e/o metterli a reddito. Vista e considerata l’incertezza politica degli ultimi 10 anni riscontro con piacere una presa di posizione da parte dei risparmiatori italiani che non sentendosi né rappresentanti come cittadini, né come contribuenti si affidano a Falcon Advice decidendo di costituire una Dubai free zone company per poter godere dei seguenti benefici:

  • 100% Privacy
  • Poter fare degli investimenti a Dubai
  • Investire in asset bancari con rendite fino al 6% annuo netto
  • Poter trasferire la residenza
  • Dare un futuro ai propri figli
  • Avere un piano B

3) Giovani imprenditori e Stat-Up

Non è facile in Italia poter redigere un business plan con tutte le incognite burocratiche e fiscali che ci sono, per questo motivo molti giovani imprenditori e Start-Up si affidano a Falcon Andvice per aprire una Dubai free zone company perché a differenza dell’Italia sanno quanto e come devono pagare. Inoltre possono beneficiare anche di un hub logistico unico nel suo genere, dove culture e professionalità arrivano da tutto il mondo.

Daniele Pescara investire a Dubai

Come sei passato dalla costituzione di Dubai Free zone company alla gestione di fondi da parte di clienti arabi?

La professionalità dimostrata nel campo con la mia società FALCON ADVICE nella gestione della clientela Italiana mi ha permesso di crearmi una reputazione importante.

Gli investitori del golfo amano l’Italia: “mangiano italiano, vestono italiano e guidano auto italiane”, ma non si fidano del nostro sistema paese e dei governi altalenanti.

L’incertezza non porta mai investimenti e in questo periodo l’Italia ha bisogno di liquidità finanziaria.

Io sono un facilitatore conosco la cultura araba e le sue esigenze e questo mi permette di essere il punto di riferimento per ambo le parti. Dove gli altri si fermano io vado avanti, dove gli altri parlano io agisco, dove gli altri immaginano io realizzo, questo ha fatto la differenza e per questo ho il piacere di essere diventato Advisor di importanti investitori degli Emirati Arabi che vedono nel made in Italy una diversificazione dei loro portafogli d’investimento.

Oggi il Made in Italy inteso come prodotto manifatturiero è un vero e proprio Asset, esistono piccole e medie imprese in Italia che con i loro mercati di nicchia si distinguono in tutto il mondo. Questo gli investitori del golfo lo sanno molto bene e mi mettono a disposizione dei budget da investire in acquisizione marchi e/o partecipando con vera e propria liquidità nella crescita delle suddette aziende.

Cosa pensi del futuro delle imprese italiane?

Penso che la crisi abbia scremato molto e che se oggi un impresa e/o un risparmiatore sono ancora nel mercato non è per caso. Siamo un popolo straordinario pieno di idee e di innovazioni, ma è anche vero che un idea senza soldi RIMANE UNA IDEA E BASTA.

Francia, Germania e Inghilterra hanno molto meno dell’Italia da offrire, ma sono più veloci e più scaltri nel chiudere gli affari, ripeto: “burocrazia lenta, gioventù indecisa, imprenditori impreparati e governi altalenanti” sono un grande deterrente.

In definitiva essendo consapevole che il peggio deve ancora arrivare per il mercato italiano, consiglio a tutti di avere per lo meno un piano B, gli l’investimenti e la diversificazione vanno fatti quando si è in grado di farli e non quando si è all’orlo del fallimento.

Daniele Pescara

CONTATTI:

www.falconadvice.com

info@falconadvice.com

INSTAGRAM:

https://www.instagram.com/danielepescara.dubai/

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  

Massimo Dallaglio

- Giornalista Ordine Nazionale Giornalisti Roma N° 111329 - Laurea in Sociologia Università di Bologna