Home / Attualità / CUBA E IL MIELE BIOLOGICO – PRODUZIONE IN CRESCITA

CUBA E IL MIELE BIOLOGICO – PRODUZIONE IN CRESCITA

Link Sponsorizzati


Nel 2014 Cuba ha prodotto oltre 7000 tonnellate di miele biologico.
Questo grazie al fatto che, per anni, non potendosi permettere pesticidi, si è ritrovata un ambiente naturale incontaminato dove la moria d’api non si è verificata e dove la produzione di miele biologico è diventata l’esportazione chiave del paese.

Link Sponsorizzati


Link Sponsorizzati



Decisamente un record per l’isola che ha portato questo prodotto al quarto posto nella lista delle più grandi esportazioni agricole del paese, dopo tabacco e rum.

Ad affermare questa notizia è Theodor Friedrich, il rappresentante dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, a Cuba, che aggiunge: “Tutto il miele cubano può essere certificato come biologico. Ha un gusto molto specifico, tipico; in valore monetario, si tratta di un prodotto di fascia alta”.

CUBA E IL MIELE BIOLOGICO - PRODUZIONE IN CRESCITA

Gran parte del miele biologico che raggiunge l’Europa è cubano ma ora che i rapporti commerciali con gli stati uniti si sono rafforzati, la produzione potrebbe aumentare incredibilmente, sperando che questo non porti come conseguenza finale, anche l’inquinamento delle aree cubane. Si pensa però che questo rischio possa essere evitato grazie al sistema di commercio che regola la produzione di miele a Cuba. Infatti qui i piccoli produttori di miele biologico vendono le loro produzioni al governo, che le compra in base al prezzo del mercato mondiale, e che poi, successivamente, con altre manovre, si assume la responsabilità di commercializzarle all’estero.

CUBA E IL MIELE BIOLOGICO - PRODUZIONE IN CRESCITA

Per concludere vorremmo sfatare parzialmente l’uso delle seguenti parole, molto note a tutti, che spesso vengono attribuite ad Albert Einstein: Quando non ci saranno più api sulla Terra, all’uomo resteranno quattro anni di vita”.

Se le api dovessero scomparire, gli scaffali dei supermercati sarebbero piuttosto vuoti, i prezzi del cibo aumenterebbero, ma gran parte delle persone avranno ancora di che mangiare, anche se ci sarebbe molte meno varietà. La Usda (United States Department of Agriculture) ha dichiarato: «A livello nazionale, l’impollinazione effettuata dalle api vale circa 15 miliardi di dollari in approvvigionamento di generi alimentari. Si ritiene che contribuiscano a produrre un terzo della dieta degli Usa. Oltre alle colture agricole, le api impollinano anche molte piante autoctone nell’ecosistema». [Fonte: epochtimes.it]

CUBA E IL MIELE BIOLOGICO - PRODUZIONE IN CRESCITA

La MNN mostra due foto: la prima foto mostra il cibo disponibile in presenza di api, la seconda foto mostra il cibo disponibile in assenza di api.

L’associazione Madre Natura Network (Mnn) ha pubblicato le foto (riportate sopra questo paragrafo) di un negozio di alimentari nel quale erano stati eliminati tutti i prodotti provenienti da piante dipendenti dal lavoro delle api. Vi erano scaffali vuoti ma i corridoi non erano completamente deserti. Secondo la Mnn la riduzione è stata del 52 per cento, dichiarando: «Che cosa abbiamo tolto? Mele, avocado, broccoli, cime di rapa, melone, carote, cavolfiore, sedano, cetrioli, melanzane, cipolle, cavoli, porri, limoni, lime, mango, senape, zucca e zucchine, e questi sono tutti i cibi che crescono grazie alle api». [Fonte: epochtimes.it]

Insomma sembrerebbe, in ogni caso che, prendersi cura delle api, sia un’opera decisamente a nostro vantaggio. Invitiamo dunque le persone interessate ad avvicinarsi alla produzione di miele biologico, la quale potrebbe rivelarsi, oltre che un’ottima fonte di guadagno, anche un metodo sostenibile di supporto all’umanità.

Corso di apicoltura online:

Fonte: Lifegate.it

__________________________________________________________________________

Manuela


Articolo di Manuela Camporaso

e-mail: manuelacamporaso@yahoo.com.au
Pagina Facebook: www.facebook.com/manuela.corporation

__________________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto vieni a trovarci sulla nostra

Pagina Facebook: www.facebook.com/DVclub

DVclub Società Arte Scienza

Share the joy
  • 653
  •  
  •  
  •  
  •  
    653
    Shares

Manuela Camporaso