Home / Attualità / CANI INFERMIERI – I NUOVI AIUTANTI DEI DOTTORI

CANI INFERMIERI – I NUOVI AIUTANTI DEI DOTTORI

Link Sponsorizzati


L’attività dei cani infermieri viene formalmente chiamata “pet therapy” e secondo i medici di tutto il mondo contribuisce a donare effetti molto positivi alla salute dei ricoverati. Un’infermiera del Sacred Heart Hospital dello stato del Wisconsin, dove la terapia animale viene ampiamente utilizzata, ha dichiarato: “Non appena il cane entra nelle stanze degli ammalati, tutti, quasi meccanimente e senza spiegazione, iniziano a sorridere”. Lei che è anche la proprietaria di un bovaro del bernese, continua spiegando che il suo affezionato cane le resta accanto anche fino a dodici ore al giorno in ospedale. “Siamo sempre l’uno accanto all’altro ma allo stesso tempo siamo indipendenti. Io faccio il mio lavoro, e lui il suo!”.

Link Sponsorizzati



cani infermieri Pet therapyLa pet-therapy viene infatti definita come “una terapia che integra, rafforza e coadiuva le tradizionali terapie e può essere impiegata su pazienti affetti da differenti patologie con obiettivi di miglioramento comportamentale, fisico,cognitivo, psicosociale e psicologico-emotivo”.

In accordo con i dottori, la presenza di cani infermieri sembra rappresentare una buona “cura” per chi viene ricoverato al pronto soccorso ed è una soluzione che dovrebbe essere affiancata alle cure tradizionali. Molti dei dottori dell’ospedale intervistato riferiscono: “I nostri amici cani sono capaci di azioni fantastiche e si spingono proprio dove i farmaci non arrivano. Senza considerare che anche noi dottori otteniamo dei vantaggi grazie al loro fantastico supporto”.

cani infermieri Pet therapyIl direttore del pronto soccorso del Sacred Heart Hospital spiega che i ricoverati possono fare richiesta dei cani infermieri ma anche richiedere che siano allontanati in caso di complicazioni e afferma: “Vedere questi cani intorno è un dono meraviglioso e le persone ne beneficiano senza alcun dubbio. Ma allo stesso tempo se l’idea è rivoluzionaria, bisogna tener conto dei regolamenti severi al riguardo. I pazienti infatti possono interagire con i cani solo se davvero si sentono a proprio agio, se non hanno timore o percepiscono disturbo nel condividere lo spazio con loro. Non tutti sono favoreli ad un contatto con il mondo canino e le forzature non fanno mai bene”.

cani infermieri Pet therapySe tanti dottori ritengono che i cani infermieri possano giovare alla maggior parte dei pazienti, noi ci fidiamo e confidiamo che, un giorno, in gran parte degli ospedali venga integrata la stessa terapia, per donare agli ammalati un piccolo spazio di gioia in un percorso di sofferenza.

di Manuela Camporaso

Credits: www.leadertelegram.com

Per maggiori informazioni visita la Pet Therapy Italia www.pettherapyitalia.it

Share the joy
  • 81
  •  
  •  
  •  
  •  
    81
    Shares

Manuela Camporaso