Home / Attualità / Air New Zealand introduce Airband™

Air New Zealand introduce Airband™

Link Sponsorizzati


La compagnia aerea Neozelandese sta introducendo Airband™, un nuovo servizio per accompagnare e supportare i bambini che viaggiano da soli. Si tratta di un braccialetto speciale che traccia e invia informazioni ai genitori del bambino che si trova ad affrontare un viaggio in solitaria.

Link Sponsorizzati


Link Sponsorizzati



AirbandQuello che è stato chiamato Airband™ è un braccialetto che contiene un chip all’interno il quale manda una serie di segnali durante il tragitto, sotto forma di messaggi di testo. I messaggi possono essere inoltrati ad un massimo di cinque contatti pre-selezionati. Questa tecnologia è stata introdotta per la prima volta mercoledi scorso.
“Noi sappiamo che avere bambini in viaggio da soli può essere un momento difficile, sia per i genitori che per i bambini stessi” – ha dichiarato il manager del customer service di Air New Zealand, Carrie Hurihanganui.
“Abbiamo capito che potevamo dara la possibilità ai bambini di fare un’esperienza da soli e allo stesso tempo dare ai propri familiari un senso di tranquillità, rendendo il viaggio tracciabile.”
La compagnia aerea ha dichiarato che tutti i bambini dai 5 agli 11 anni, riceveranno un’Airband quando viaggeranno da soli con Air New Zealand, ma non solo: anche gli adolescenti fino a 16 anni di età potranno scegliere di averne uno, su opzione”.
Il servizio sarà gratuito fino ad inizio Febbraio, successivamente verrà offerto al costo di 15 dollari, per ciascun bambino, su tragitti nazionali e 40 dollari per ciascun bambino su tragitti internazionali di sola andata.

Come funziona l’Airband™
Al momento del check-in all’aeroporto, al bambino verrà dato un Airband™. Ad un certo punto, durante il viaggio, lo staff della compagnia scansionerà il braccialetto ed i contatti pre-selezionati (familiari o genitori) riceveranno un messaggio di testo il quale riporterà informazioni per localizzare il bambino. Possono essere selezionatii fino a cinque contatti che potranno ricevere gli aggiornamenti tramite messaggi di testo e che verranno inviati seguendo quest’ordine:
• Quando il bambino sta effettuando il check-in all’aeroporto;
• Durante l’imbarco;
• Quando l’aereo è atterrato;
• Quando il bambino incontra le persone che lo stavano aspettando all’arrivo.

Airband

Cosa succede il giorno del viaggio

Check-in
Durante il check-in i bambini che viaggiano da soli sono attesi ad un banco adibito appositamente per offrire Assistenza Specializzata. Il processo del check-in verrà completato entro 20 minuti. Il personale di terrà provvederà a raccogliere tutte le informazioni e i dettagli per poterli caricare sull’Airband e fornirtla al bambino. Per questo motivo è fondamentale che il bambino porti con sè tutti i documenti richiesti dalla compagnia.
Imbarco
In alcuni aereporti il bambino potrà usufruire di accompagnatori che lo guideranno fino al gate di partenza. Quando possibile, il personale di terra supporterà il bambino durante le procedure di sicurezza e lo accompagnerà ad incontrarsi con il personale di bordo.
Durante il volo
Non è possible scegliere con anticipo i sedili dei bambini che viaggeranno da soli, infatti in questo caso i sedili verranno assegnati direttamente dalla compagnia aerea, in quanto verranno dedicate aree apposite dove il personale di bordo specializzato si occuperà dei baby viaggiatori solitari, monitorandoli durante il viaggio.

Credits: http://www.airnewzealand.co.nz/children-travelling-alone-info

Di Manuela Camporaso

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Manuela Camporaso