Home / Attualità / AD ABU DHABI LA PRIMA FARM CHE COLTIVA CIBO E BIOCOMBUSTIBILE

AD ABU DHABI LA PRIMA FARM CHE COLTIVA CIBO E BIOCOMBUSTIBILE

Link Sponsorizzati


Negli Emirati Arabi nasce la prima farm e struttura di ricerca dove si coltivano cibo e biocombustibile, allo stesso tempo. Localizzata ad Abu Dhabi, in una zona grande 2 ettari, questa struttura circondata dal deserto, utilizza acqua di mare per l’irrigazione e la coltivazione di pesci e gamberetti, mentre allo stesso tempo facilita la crescita di piante acquatiche che possono essere utilizzate per la creazione di biocombustibile.

Link Sponsorizzati


Link Sponsorizzati



Il biocombustibile è un combustibile ottenuto in modo indiretto dalle biomasse quali grano, mais, bietola, canna da zucchero. Esso, provenendo da una risorsa rinnovabile, dovrebbe essere disponibile potenzialmente senza interruzione; lo svantaggio primario riconosciuto al biocombustibile potrebbe essere quello di togliere terreno agricolo usato per la produzione di alimenti. [wikipedia, clicca qui per leggere di più]

AD ABU DHABI LA PRIMA FARM CHE COLTIVA CIBO E BIOCOMBUSTIBILE

Questa speciale farm è opera del dipartimento di Bioenergia del Masdar Institute. Qui, un gruppo di ricercatori si dedica a ricerche specializzate per tecnologie preposte a ridurre le emissioni di carbonio e che funzionano come transizione per permettere l’utilizzo di fonti di energia alternative, come i biocomustibili, appunto. Questo attivo gruppo di ricercatori ha stretto una collaborazione nonprofit con l’università di Masdar, con le due grandi compagnie aeree Boeing ed Etihad, e con uno dei grandi distributori di petrolio: UOP Honeywell.

AD ABU DHABI LA PRIMA FARM CHE COLTIVA CIBO E BIOCOMBUSTIBILE

Il progetto utilizza un approccio innovativo alla risoluzione dei numerosi problemi ambientali riscontrati nei settori dell’acquacoltura e dell’aviazione. Ad esempio, pesci e molluschi sono un’incredibile risorsa per molti paesi ma sfortunatamente l’industria della coltivazione di pesce produce tantissimi scarti che spesso finiscono per inquinare le acque dell’oceano. Questi scarti, allo stesso tempo ricchi di nutrienti ed inquinanti, causano la crescita di alghe altamente tossiche che finiscono per danneggiare animali ed umani che ne vengono a contatto.

AD ABU DHABI LA PRIMA FARM CHE COLTIVA CIBO E BIOCOMBUSTIBILE

In questo caso, nella farm appena inaugurata, il problema si risolverebbe utilizzando i bioprodotti di scarto, provenienti dall’acquacoltura, come concime per una speciale tipologia di pianta acquatica tollerante alle sostanze di scarto e che una volta cresciute, verrebbero essiccate e trasformate in biocombustibile, ideale per numerosi usi nell’aviazione. Dal 2011, circa 2000 aerei commerciali hanno già utilizzato biocombustibile misto a petrolio. Si spera, dunque, che nel prossimo futuro il petrolio possa essere sostituito completamente da nuovi e raffinati biocomustibili.

_____________________________________________________________________________

Manuela
Articolo di Manuela Camporaso

e-mail: manuelacamporaso@yahoo.com.au
Pagina Facebook: www.facebook.com/manuela.corporation

__________________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto vieni a trovarci sulla nostra

Pagina Facebook: www.facebook.com/DVclub

DVclub Società Arte Scienza

Share the joy
  • 121
  •  
  •  
  •  
  •  
    121
    Shares

Manuela Camporaso