Home / Attualità / Volo in ritardo, volo cancellato? Al rimborso aereo ci pensa No problem Flights!

Volo in ritardo, volo cancellato? Al rimborso aereo ci pensa No problem Flights!

Secondo il Regolamento Europeo n. 261/2004 in caso di cancellazione del volo, negato imbarco o ritardo aereo prolungato l’importo rimborsabile previsto per il passeggero può variare tra i 250,00 e i 600,00 Euro.



Volo in ritardo, volo cancellato? Al rimborso aereo ci pensa No problem Flights!

Ogni giorno nei terminal dei principali aeroporti italiani e del mondo una flusso crescente di persone decide di spiccare il volo, partire verso nuove destinazioni, prendere l’aereo per soddisfare le esigenze più svariate: di lavoro, familiari o di svago. La decisione di scegliere l’aereo rispetto a qualsiasi altro mezzo di trasporto non è legata solo ad una maggiore velocità del mezzo ma anche alla necessità di poter contare su un servizio più affidabile, su una maggiore puntualità. Ma se questa dovesse venir meno? Se una volta giunto in aeroporto scopriamo che il nostro volo è stato cancellato o è in ritardo?

Link Sponsorizzati


La soluzione arriva da una startup pugliese



Proprio per sopperire alle continue richieste di aiuto emerse dai numerosi passeggeri che ogni giorno sono costretti a rinunciare al loro viaggio o a subire voli in ritardo, nasce No Problem Flights. La startup pugliese fondata da un gruppo di esperti legali del settore del turismo e dei trasporti, fornisce assistenza gratuita ai viaggiatori di tutto il mondo affinché questi ottengano l’indennizzo previsto dalla normativa Europea per voli cancellati, in ritardo o overbooking operati dalle compagnie aeree comunitarie. Ma quando è possibile richiedere il risarcimento aereo?

Secondo il Regolamento Europeo n. 261/2004 in caso di cancellazione del volo, negato imbarco o ritardo aereo prolungato l’importo previsto per il passeggero può variare tra i 250,00 e i 600,00 Euro. A determinare la flessibilità dell’importo e la possibilità di ottenere l’indennizzo sono una serie di fattori.

volo-in-ritardo-volo-cancellato-al-rimborso-aereo-ci-pensa-no-problem-flights

Per esempio se il tuo volo ha subito un ritardo oltre le 3 ore di attesa, la compagnia aerea è tenuta ad offrirti assistenza in aeroporto e una compensazione che può variare in base alla tratta da percorrere. Diversamente se il ritardo supera le 5 ore, non solo è previsto l’indennizzo e l’assistenza in loco, ma anche il rimborso del biglietto aereo.

Circostanze diverse riguardano invece il caso in cui il tuo volo è stato cancellato. Qui la possibilità di ottenere una compensazione monetaria dipenderà dagli eventi che hanno provocato la stessa cancellazione del volo. Se si tratta di circostanze eccezionali come scioperi, maltempo, malfunzionamenti tecnici o qualsiasi evento che la compagnia non sarebbe stato in grado di evitare, il passeggero può richiedere esclusivamente il rimborso del biglietto o la “riprotezione” su un volo alternativo. Diversamente se non si tratta di circostanze eccezionali è previsto anche un indennizzo fino a 600 euro.

Seppur più rara come situazione, la legge prevede anche un rimborso per overbooking aereo che a seconda dei casi può comprendere oltre al rimborso del biglietto di viaggio e all’eventuale indennizzo, una serie di benefit da concordare con la compagnia aerea che vi ha negato l’imbarco.

Come ottenere la compensazione pecuniaria oltre al rimborso del biglietto?

Per facilitare le operazioni di assistenza e velocizzare la procedura di rimborso aereo da parte delle compagnie aeree, è possibile compilare il modulo online di risarcimento volo presente sul sito di No Problem Flights. Lo staff si occuperà di verificare che siano rispettati tutti i requisiti previsti per richiedere il rimborso evitando così sprechi di tempo e soldi per il passeggero.

Il vantaggio di avere qualcuno che si occupi di tutta la pratica per te, anticipando le spese di gestione, valutando in anticipo le concrete possibilità di ottenere la compensazione prevista, accorciando i lunghi tempi di attesa che una gestione privata comporta, sono tutti fattori da considerare.

Anche il passeggero più esperto a volte si scoraggia di fronte alla complessità burocratica che la pratica di risarcimento comporta, così che molti rinunciano a vedere riconosciuti i propri diritti. Tuttavia restare indifferenti sarebbe solo un incentivo alle piccole e grandi compagnie aeree ad ignorare tali mancanze. Superate dunque tutte le ansie da viaggiatore e non perdete occasione per ottenere un sostanzioso rimborso!

Comments

comments

Link Sponsorizzati


Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Massimo Dallaglio

- Giornalista Ordine Nazionale Giornalisti Roma N° 111329 - Laurea in Sociologia Università di Bologna