Home / Attualità / Terapie Alternative, Olistiche, Energetiche: cosa significano e quali le differenze?

Terapie Alternative, Olistiche, Energetiche: cosa significano e quali le differenze?

Link Sponsorizzati


Terapie Alternative, Olistiche, Energetiche: cosa significano e quali le differenze?

Link Sponsorizzati



Da anni ormai si sente parlare di terapie, massaggi, trattamenti al di fuori dei sistemi di cura tradizionali.

C’è chi li percepisce con scetticismo, oppure con curiosità, oppure chi vi si affida come ultima spiaggia.

Ma che cosa significano e che differenza c’è tra i termini alternativo, olistico, energetico?

Link Sponsorizzati


Alternativo

Il termine più ambiguo utilizzato negli ultimi anni. Oggi la prima reazione più diffusa di fronte a questa parola è alzare gli occhi al cielo.

Del resto il dizionario italiano lo definisce come qualcuno o qualcosa che va fuori dalle regole, controcorrente, un trasgressore di ciò che è comunemente accettato.
Lo stesso termine al femminile, “alternativa”, ha un significato del tutto diverso, in quanto indica semplicemente una scelta tra due opzioni.
Ecco allora emergere il vero significato dell’espressione “medicina alternativa” , “terapia alternativa”, ecc. ed il fraintendimento dovuto ad una carenza espressiva della lingua italiana.

Olistico

Termine abusato, che inizia a stancare. Il pensiero diffuso è… ci credo o no?

Preso alla lettera il significato di questo termine prende in considerazione il funzionamento di qualcosa o qualcuno nella sua globalità, come un insieme di parti che funzionano grazie all’interazione fra loro.
Purtroppo però, nel corso del tempo, questo termine è stato utilizzato in modo incontrollato da molti operatori senza scrupoli e senza competenze che hanno approfittato del crescente interesse verso questa forma di pensiero, per vendere discipline, trattamenti, con fini puramente materiali, svalutando così diverse metodiche antiche.

Terapie Alternative, Olistiche, Energetiche: cosa significano e quali le differenze? Massaggio-Thailandese

Energetico

Parola poco chiara per i più. Cosa si intende per energetico?

Energetico, nel settore del benessere, definisce qualcosa che produce energia, che è volto a stimolare le energie fisiche/ mentali/emozionali.
Ad esempio, stimolare con un trattamento la circolazione sanguigna ci può far sentire più forti, più energici, ma a volte anche più stanchi… oppure ci può cambiare l’umore e i pensieri.
Dopo un trattamento aumenta la percezione di noi stessi, ci rendiamo meglio conto dello stato in cui ci troviamo.
Nelle antiche filosofie orientali a questa “percezione” è stato dato il nome di “energia”.
Tramite alcune tecniche si può agire sul benessere fisico, mentale, emozionale, a seconda dell’aspetto su cui ci decidiamo di intervenire. Non ha importanza da dove origina il nostro disturbo, in quanto essendo tutte le filosofie orientali di stampo olistico, non esiste separazione, quindi, lavorando su uno solo di questi aspetti, si lavora nello stesso tempo anche sugli altri, stimolando l’auto guarigione.

In conclusione, è quindi possibile affermare che tutte le discipline appartenenti alla medicina complementare (shiatsu, thailandese, reiki, riflessologia, bioenergetica, cranio sacrale, meditazione, qi-gong, ecc.) siano contemporaneamente alternative, olistiche ed energetiche.

IDENTIKIT DEL VERO OPERATORE

Nella mia quasi ventennale esperienza in questo settore, ho visto crescere in maniera esponenziale la quantità di improvvisati operatori che travestiti da esperti, maestri, pseudo dottori, riempiono gli stand di eventi, fiere, bacheche, sfruttando il fascino di nomi orientali e la non verificabilità delle loro competenze.

Il mio suggerimento è di scegliere la tecnica più in linea col vostro sentire, facendo attenzione alla professionalità del vostro operatore in considerazione dei seguenti 5 punti chiave:

  1. Il tocco da subito deve trasmettervi sicurezza, rassicurarvi, prendersi cura di voi. Diffidate da un tocco tremolante, da una pressione inadatta a voi, troppo leggera o troppo pesante, che vi lascia con una sensazione di frustrazione, smarrimento.
  2. Il vero operatore non usa troppe parole, ma cerca di ascoltare insieme a voi come vi sentite prima e dopo avere sperimentato la sua tecnica. Sul piano fisico o mentale, provate un senso di “nutrimento”, o vi ha innervosito, destabilizzato?
  3. Attenti a chi vi fa sentire in condizioni disperate, assolutamente bisognosi, parlandovi dei gravi blocchi che ha riscontrato qua e là.
  4. Diffidate di chi cerca di fissarvi appuntamenti a tutti i costi, pacchetti, offerte a prezzi stracciati, i fini sono altri.
  5. Attenzione a chi vi dice o chi lascia intendere che potrete guarire determinate malattie, abbandonando le cure mediche; queste tecniche sono da intendersi complementari alla medicina e la loro efficacia spesso dipende da diversi fattori, tra cui la vostra ricettività a quella tecnica ed il vostro stile di vita. I trattamenti energetici stimolano il buon funzionamento dell’organismo e di conseguenza l’auto guarigione, ma nessuno può darvi garanzie.

TERAPIE C.S.T.E  –  CENTRO SALUTE TERAPIE ENERGETICHE

Riflessologia Plantare Integrata

Il concetto di zone riflesse e di riflessologia plantare è strettamente collegato al funzionamento dei riflessi nervosi.
Nei piedi sono presenti circa 7000 terminazioni nervose per piede, considerando la visione dorsale, plantare e laterale.
I nervi trasmettono impulsi elettrici e nel momento in cui si esercita una pressione su determinati punti del piede si genera un impulso elettrochimico che, tramite il sistema nervoso, raggiunge un organo specifico, il quale risponderà a questo stimolo.

Questa Riflessologia Plantare è “integrata” dal punto di vista della Medicina Tradizionale Cinese, significa che oltre al metodo tradizionale occidentale, vengono trattati anche organi che agiscono in modo più sottile sul nostro disagio.
E’ rivolta tutti i disturbi degli organi interni, a chi è ipersensibile alle manipolazioni (ad esempio forte dolore cervicale, spalla dolorosa, ecc), a chi presenta malattie autoimmuni o allergie, perché si può agire su combinazioni di ghiandole ed organi responsabili.

Terapie Alternative, Olistiche, Energetiche: cosa significano e quali le differenze? riflessologia-plantare-integrata

Manipolazione Plantare Decontratturante

Per decontrarre in profondità i muscoli del piede, liberare le articolazioni, stimolare la circolazione, ossigenare i tessuti.
E’ rivolta alla fascite plantare, a dolori saltuari o cronici, ma anche a chi ha piedi e dita contratte per un appoggio scorretto, scarpe inadatte o a chi ha rigidità a livello globale.

Thai-Mix

Si lavora su tutto il corpo, con una combinazione di tecniche occidentali ed orientali in grado di sciogliere le contratture muscolari grazie alla riattivazione della circolazione sanguigna sia nell’area interessata che in aree riflesse lontane ed apparentemente scollegate a quella in cui si manifesta il disagio.

Unisce morbide pressioni e digitopressioni a gradevoli stretching che mobilizzano e riallineano le articolazioni, i liquidi in eccesso vengono drenati, tutto il funzionamento corporeo trae beneficio. Di conseguenza anche la mente è più libera e aumenta l’energia a disposizione. Si esegue su un comodo materassino, si resta vestiti in abiti comodi.

Essendo un trattamento strettamente personalizzabile, si adatta a tutte le età e a tutte le patologie.

Biodrenaggio

Per la pesantezza, il gonfiore a gambe e piedi, per addome e glutei senza tono, buccia d’arancia. Le cause: una vita sedentaria, scarsa idratazione, menopausa, sindrome premestruale, gravidanze, smagliature, decorsi post-operatori, predisposizione costituzionale e molto altro.
Si esegue in 2 tempi: sul corpo in modo diretto con specifiche manovre drenanti e tramite la Riflessologia Plantare stimolando indirettamente le zone deputate allo smaltimento dei liquidi, alle infiammazioni, alla disintossicazione, alla regolazione degli ormoni, del metabolismo.

Francesca Soncini Terapie Alternative, Olistiche, Energetiche: cosa significano e quali le differenze? Qui sopra ho riportato le tecniche maggiormente efficaci con cui lavoro e che consiglio; ognuno potrà riconoscere quella o quelle più adatte alle proprie esigenze.

Buon benessere fisico e buona presa di coscienza di sé.

Francesca Soncini
C.S.T.E.
Centro Salute Terapie Energetiche
www.francescasoncini.com

Share the joy
  • 52
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    52
    Shares

Massimo Dallaglio

- Giornalista Ordine Nazionale Giornalisti Roma N° 111329 - Laurea in Sociologia Università di Bologna