Home / Attualità / Economia / IRPEF, ecco il piano del Governo

IRPEF, ecco il piano del Governo

Il Governo, guidato da Matteo Renzi, è al lavoro per una rimodulazione degli scaglioni Irpef, oltre che allo studio per rendere strutturale il taglio del cuneo fiscale.



info sull'irpef

Le parole di Renzi a repubblica.tv

A dirlo è lo stesso Premier nel corso di un’intervista al canale web del quotidiano La Repubblica. Allo studio, dice Renzi, c’è proprio una “rimodulazione degli scaglioni Irpef“. L’obiettivo è quello di “dare un pochino più di soldi ai lavoratori come abbiamo fatto con gli 80 euro. Stiamo lavorando su tutto, silenziosamente”. Nel corso della stessa intervista, Renzi ha confermato di voler intervenire per aumentare le pensioni minime, che “sono troppo basse”.



Taglio Irpef, ecco il piano del Governo

Il taglio dell’Irpef, secondo l’agenda del Governo Renzi, dovrebbe scattare dal 2018, dopo la Legge di Stabilità 2017. Lo scopo è quello di poter alleggerire dalla pressione fiscale soprattutto i redditi medi. Al vaglio ci sono proposte diverse. Tra queste di grande interesse è, ad esempio, quella portata avanti dal viceministro all’Economia, Enrico Zanetti. Prevede una “flax tax” per la classe media che implichi la cancellazione di due aliquote: quella del 38 per cento e quella del 41 per cento. A sostituirle ci sarebbe un’unica aliquota, una sorta di super scaglione, al 27 per cento. Questo è quanto previsto per i redditi che vanno dai 15 mila euro ai 75 mila euro. in realtà è lo stesso viceministro Zanetti a porre un freno e a considerare l’ipotesi poco praticabile entro il 2017. Per i lavoratori si tratterebbe di un guadagno importante: per ogni 1.000 euro di reddito guadagnato oltre i 28.000, infatti, l’operazione si tradurrebbe in beneficio in busta paga di 110 euro l’anno.

I limiti della proposta

A rallentare il percorso che consentirebbe alla proposta di Zanetti di prendere corpo sono i costi. l’introduzione di questa particolare “Flax tax”, infatti, richiederebbe, solo per il primo anno, 9 miliardi che passerebbero a circa 12 miliardi a regime. Dovendo contenere il deficit pubblico, come previsto e ribadito dai recenti impegni assunti con l’Unione Europea dal Ministro all’Economia Pier Carlo Padoan, è praticamente impossibile agire nei tempi stabiliti. Padoan, infatti, ha assicurato ai colleghi europei che il deficit italiano per il 2017 sarà contenuto entro l’1,8 per cento.

Scaglioni Irpef, scopriamo di cosa si tratta

Gli scaglioni Irpef, su cui è possibile conoscere dettagliatamente tutto grazie agli articoli che al tema dedica guidafisco.it, il portale nato per semplificare i rapporto tra cittadini e burocrazia, sono delle percentuali progressive che sia applicano al reddito al netto degli oneri deducibili e detraibili, delle persone fisiche. Gli scaglioni, insieme con le addizionali comunali e regionali, consentono di definire la percentuale IRPEF lorda che viene pagata sul reddito di dipendenti, pensionati e lavoratori autonomi. Questa può essere ridotta attraverso il calcolo delle detrazioni IRPEF spettanti. Nel nostro paese questa tassa rappresenta l’imposta sul reddito delle persone fisiche: una tassa personale e progressiva che viene calcolata proprio sul reddito del lavoratore dipendente, del pensionato o del lavoratore autonomo. Nei primi due casi – lavoratori dipendenti (sia per lavoratori a tempo determinato che per quelli indeterminato) e pensionati – il prelievo viene effettuato alla fonte dal proprio datore di lavoro o dall’ente pensionistico. Vengono, quindi, effettuate delle trattenute mensili in busta paga dichiarate poi in sede di compilazione e trasmissione del modello 730 annuale. Per i lavoratori autonomi, invece, devono essere versate in fase di dichiarazione dei redditi tramite il modello Unico persone fisiche. Va quindi calcolata l’imposta dovuta in maniera progressiva e in funzione dell’imponibile maturato e conseguito nel corso dell’anno precedente al netto delle detrazioni e deduzioni.

Comments

comments

Link Sponsorizzati


Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Anna Capuano