Home / Attualità / GUASTALLA JAZZ 2017

GUASTALLA JAZZ 2017

1° Festival di Musica Jazz a Guastalla: Ezio Bosso e i grandi nomi del jazz in un evento unico



GUASTALLA JAZZ 2017

L’Assessorato alla Cultura e il Teatro Ruggero Ruggeri di Guastalla, in collaborazione con l’Orchestra della Camera di Mantova, hanno organizzato il GUASTALLAJAZZ2017, il primo Festival di Musica Jazz a Guastalla.

Link Sponsorizzati


Fabrizio Bosso, Biccio Benevelli e i suoi Saxofollia e il grandissimo Franco Cerri hanno calcato le scene del Teatro Comunale di Guastalla, che dal 2 al 4 marzo si è trasformato in palcoscenico d’eccezione per ospiti di caratura internazionale.



Un evento imperdibile per gli appassionati di questo genere importato dagli Stati Uniti nella piccola cittadina emiliana.

1° Festival di Musica Jazz a Guastalla: Ezio Bosso e i grandi nomi del jazz in un evento unicoIl festival si è aperto il 2 Marzo con il quartetto dei SAXOFOLLIA, capitanati dal sax soprano del guastallese Fabrizio Benevelli. Insieme a Giovanni Contri (sax contralto), Marco Ferri (sax tenore) e Alessandro Creola (sax baritono) ha accompagnato il pubblico in un viaggio nella variegata storia del jazz, spaziando dallo swing al be-bop fino al jazz dei giorni nostri.

Esplorando gli orizzonti di repertori di tipo classico da George Gershwin con ‘Baby be good’ fino a Duke Ellington per allietare gli orecchi più raffinati, il quartetto ha viaggiato sulle note fino a approdare a emozionanti suggestioni operistiche in tributo a Luciano Pavarotti e a un omaggio alle più conosciute opere del maestro Ennio Morricone.

Tutti i brani proposti sono composizioni e arrangiamenti originali concepiti appositamente per mettere in risalto, alla stregua del jazz, le differenti caratteristiche dei singoli musicisti.

Oltre ad essersi aggiudicato il Primo premio a 8 concorsi nazionali ed internazionali, dal 1993 il Quartetto Saxofollia svolge un’intensa attività concertistica partecipando ad importanti manifestazioni e collaborando con prestigiose orchestre sinfoniche e con solisti di fama internazionale.

GUASTALLA JAZZ 2017Il 3 marzo è stata la volta della superstar Fabrizio Bosso, che si è presentato in esclusiva come ospite dei BLUE MOKA, un progetto di musica Jazz originale che ha spaziato tra Hard-bop, R&B e Blues, con Alberto Gurrisi, Emiliano Vernizzi, Michele Bianchi, Michele Morari.

La leggenda internazionale del Jazz e la band ‘made in italy’ hanno incantato il pubblico fondendosi in una live performance ricca di energia e classe, articolata tra brani originali e rivisitazioni del repertorio jazzistico hard bop di W. Shorter e M. Davis, con rimandi alle moderne sonorità del nu-jazz.

GUASTALLA JAZZ 2017

Lo show dei Blue Moka ha trasportato l’ascoltatore nei meandri del sound newyorkese fin dalle prime note, con un repertorio intenso e vivace di brani e arrangiamenti originali, ripercorrendo il sound della new generation di hard-bopper del mainstream newyorkese.

Grande impatto sonoro, bluesy, elettrico, con rimandi R&B alla contemporaneità grazie alla reinterpretazione in chiave personale del jazz anni ’60, contraddistinti dal tocco inconfondibile degli arrangiamenti di Fabrizio Bosso.

GUASTALLA JAZZ 2017

Ultimo evento della rassegna guastallese il 4 Marzo dedicato al FRANCO CERRI DUO, chitarrista di origine milanese con la fama di mito del jazz.
Appassionatosi al jazz dopo aver ricevuto in dono dal papà Mario la desideratissima chitarra, sullo sfondo della seconda guerra mondiale ha approfondito la conoscenza del jazz grazie all’amicizia col pianista Giampiero Boneschi.

Cerri, iniziata la sua carriera nel 1945, al fianco di Gorni Kramer con Bruno Martelli, Franco Mojoli, Carlo Zeme e il Quartetto Cetra, si è subito ritrovato nel 1949 a suonare con Django Reinhardt, che si distingue come il suo primo, vero maestro.

Ha avuto l’onore di suonare con quasi tutti i più grandi artisti italiani e internazionali quali Chet Baker, George Benso, Billie Holiday e Barney Kessel, che lo influenza in modo significativo.

Ha scoperto e incoraggiato il giovane e straordinario talento di Dado Moroni e, dopo l’esperienza televisiva in alcuni programmi della Rai, dagli anni ’70 ha cominciato a sviluppare il lavoro di arrangiamento, riflettendo sulla partitura, le peculiarità del suo stile.

Giorgia Barbieri

Comments

comments

Link Sponsorizzati


Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giorgia Barbieri