Home / Arte / 74 mostra del cinema di Venezia: il rilancio del cinema italiano

74 mostra del cinema di Venezia: il rilancio del cinema italiano



74 mostra del cinema di Venezia: il rilancio del cinema italiano

Lido di Venezia: anche per quest’anno fervono i preparativi per la più importante kermesse cinematografica, ovvero la 74.Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia (30.08/09.09.2017), che si preannuncia ricca d’importanti protagonisti.

Ad aprire, il 30 agosto dopo l’esplosione di danza e allegria di La la land”, film d’apertura della scorsa edizione,  stavolta sarà “Downsizing” di Alexander Payne,  un’opera che mescola satira sociale, tragicommedia e fantascienza .

Link Sponsorizzati




Il titolo significa letteralmente ” rimpicciolimento“, il che fa sorridere al pensiero di quanto siano grandi gli spazi che accolgono la mostra sulla settima arte. Tra gli ospiti attesi nel primo weekend ci sarà George Clooney, in veste di regista col suo “Suburbicon”, film in concorso ambientato negli anni ’50, con Matt Damon e Juliane Moore.

Ma le attese saranno soprattutto per i cast italiani: sì, perché questa edizione punta sul rilancio del cinema di casa nostra, sfoderando i nomi di Paolo Virzì, che presenta il suo “The leisure seeker” , i Manetti bros con ” Ammore e malavita” , Andrea Pallaoro  con “Hanna” , interpretata da Charlotte Rampling, Sebastiano Riso con “Una famiglia”, per cui ha scelto Micaela Ramazzotti. 

Ma che tipo di Italia vedremo al Lido? «Non venivamo da momenti di particolare calore per il nostro cinema. Ora Venezia è riconosciuta come luogo non solo del battesimo ma della cresima dei nostri autori: non il debutto ma la conferma, che è cosa di maggiore levatura. Poi Virzì gira in inglese, Pallaoro in francese, non siamo alla ricerca del prodotto tipico ” ha dichiarato il presidente di Biennale, Paolo Baratta.

74 mostra del cinema di Venezia: il rilancio del cinema italiano

I film in concorso per i leoni proseguono in lingua americana con la storia fantastica della creatura metà uomo e metà pesce di Guillermo Del Toro, “The Shape of Water”, e col film di Paul Schrader, “First Reformed”, con Ethan Hawke e Amanda Seyfried. “L’ordine delle cose” di Andrea Segre, che parla d’immigrazione è uno dei titoli proposti nella stessa giornata, insieme a Gianni Amelio con il suo “Casa d’altri” sul terremoto di Amatrice del 2016.

C’è spazio anche per il documentario di William Friedkin, l’autore di L’esorcista, che per The Devil and Father Amorth” ha ripreso un vero esorcismo nel nord Italia.

L’1 settembre Jane Fonda e Robert Redford verranno premiati con il Leone d’Oro alla carriera, mentre il concorso propone l’artista cinese Ai Weiwei, col suo “Human Flow”, sulla crisi dei rifugiati, tema contemporaneo che tornerà più volte in questa edizione.

Il 3 settembre, dopo Clooney,  torna in primo piano l’Italia , “The Leisure Seeker” di Paolo Virzì con Helen Mirren e Donald Sutherland. Fuori competizione la grandiosa  Judi Dench protagonista del nuovo film di Stephen Frears ( che verrà premiato da Jaeger LeCoultre) , “Victoria e Abdul”.

Si prosegue con Micaela Ramazzotti, protagonista del secondo film italiano in concorso, “Una famiglia”, di Sebastiano Riso sul tema della maternità surrogata. Fuori concorso, stanno già andando a ruba gli ultimi  posti di un inaspettato evento che carezzerà i nostalgici dei magici anni ’80: la versione in 3D di “Thriller” di Michael Jackson diretto da John Landis. 

Per chi non potrà essere presente in sala grande col regista, la visione sarà riproposta il giorno seguente, martedì 5 settembre, nella struttura del Palabiennale.

74 mostra del cinema di Venezia: il rilancio del cinema italiano

La stessa giornata vedrà atmosfere inquietanti con l’atteso “Mother!” di Darren Aronofsky,  horror psicologico interpretato da  Jennifer Lawrence e Javier Bardem.

L’attore spagnolo si sdoppia poi in Pablo Escobar nel film “Loving Pablo” , insieme a Penelope Cruz, nel ruolo di una giornalista che si innamora del signore della droga.

74 mostra del cinema di Venezia: il rilancio del cinema italianoNell’ultimo weekend, il 7 settembre è il giorno di Kechiche ( Cous cous) e il suo  “Mektoub, My Love: Canto Uno”, mentre l‘Italia presenta fuori concorso una Valeria Golino cieca nel nuovo film di Silvio Soldini, “Il colore nascosto delle cose” e per la sezione Orizzonti, la possibile sorpresa della 74 Mostra, il surreale “Brutti e cattivi” di Cosimo Gomez, con Claudio Santamaria, Marco D’Amore e una Sara Serraiocco senza braccia.

L’ 8 settembre l’ultimo italiano in concorso sarà Andrea Pallaoro, mentre  fuori competizione grandi autori come Abel Ferrara con Piazza Vittorio e John Woo con Zhuibu. 

La festa per tutti gli appassionati della settima arte si concluderà il 9 settembre,  con il noto regista orientale Takeshi Kitano. È suo il film di chiusura ,Outrage coda. 

In un’edizione che punta sul cinema italiano, ma che non dimentica l’attualità con temi come la famiglia e i problemi legati all’immigrazione, sarà facile lasciarsi andare a ricordi di tempi passati, in cui il nostro cinema era tra i più importanti e più amati, e pensare che oggi sia rinato.

Qui il link a tutti i film in concorso a #Venezia74

www.labiennale.org/it/news/biennale-cinema-2017-tutti-i-film-concorso

Buona visione!

Di Luisa Galati

 

spot ufficiale della Mostra del cinema 2017

Comments

comments

Link Sponsorizzati


Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

luindi

Giornalista pubblicista, laureata in filosofia. Sempre a caccia di novità nel campo dell'attualità, dell 'arte e soprattutto in ambito cinematografico..